Top Manager e Wikipedia: 4 su 10 non presidiano l’enciclopedia online

 Top Manager e Wikipedia: 4 su 10 non presidiano l’enciclopedia online
Sono online i dati dell’Osservatorio Social Top Manager sulla presenza degli executive italiani su Wikipedia. Analizzati più di 150 profili.

Reputation Manager, società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online di aziende, brand, istituzioni e figure di rilievo pubblico, ha reso noto l’aggiornamento trimestrale dei dati del proprio Osservatorio Social Top Manager.
L’indagine, che prende in esame i profili di più di 150 executive italiani attivi in rete, questa volta ha aggiunto un elemento in più. Infatti, oltre ad analizzare come questi top manager si muovono sui vari canali social e i loro stili comunicativi, ha osservato anche se e con che modalità essi presidiano le informazioni che li riguardano su Wikipedia, la famosissima enciclopedia online.
È questo un aspetto importante per la reputazione degli executive poiché proprio Wikipedia, piattaforma che grazie al lavoro ventennale di una community è arrivata ad essere tra i domini meglio indicizzati su Google, rappresenta spesso il primo punto di atterraggio di coloro che cercano nel web informazioni su un determinato soggetto.

I risultati dell’analisi ci dicono che il 58% dei manager è presente con una pagina personale su Wikipedia, ovvero meno di 6 manager su 10. È da tener conto però che sulla piattaforma non è possibile creare pagine in autonomia in quanto l’attività di gestione è affidata a una community di autori e curatori sparsa in tutto il mondo. Un altro elemento da considerare è che, negli ultimi anni, le regole sul conflitto di interessi sono diventate più ferree. I soggetti che hanno un interesse verso un contenuto non possono modificarlo direttamente ma, al tempo stesso, dal momento che frequentemente si tratta del primo “biglietto da visita” di un manager, presidiare questo canale si rivela cruciale per l’immagine online di un executive.

Tra le caratteristiche più ricorrenti nelle pagine dedicate ai CEO e che aiutano il loro posizionamento, perché influiscono sulla percezione che le persone sviluppano nei confronti del soggetto, emergono:

  • la presenza di una foto (il 78% delle pagine personali presenta un’immagine raffigurante il top manager);
  • racconto della biografia e della carriera dell’executive (la totalità di coloro che sono presenti sulla piattaforma ha una sezione dedicata alla biografia personale e alla carriera);
  • cenni sulla vita privata (nel 32% dei casi se ne fa riferimento);
  • altri incarichi del manager oltre al ruolo principale (informazioni riportate nel 31% dei casi);
  • premi e onorificenze ottenuti (menzionati nel 65% dei casi);
  • pubblicazioni (il 17% vede riempita questa sezione);
  • controversie/vicende giudiziarie (uno su quattro, cioè il 25%, ha una sezione, spesso di carattere negativo, che riporta problematiche giudiziarie passate o in corso).

«I dati mostrano come il rapporto tra Wikipedia e i top manager italiani non sia ancora sbocciato» spiega Andrea Barchiesi, fondatore e CEO di Reputation Manager «Quattro su dieci ancora non sono presenti sull’enciclopedia libera: non essendo un canale attivo che essi possono aprire e gestire in autonomia, il dato si spiega con il poco interesse generato online o tramite la mancanza di fonti e informazioni riguardanti il loro operato che possono essere rintracciate in Rete. È un tema su cui lavorare molto: la presenza su wiki è un aspetto fondamentale dell’identità digitale di un soggetto, soprattutto se ricopre ruoli apicali in importanti società. La sola assenza da Wikipedia incide negativamente sulla percezione degli utenti.»

Qui il report completo dell’analisi.

Potrebbe anche interessarti