Safer Internet Day 2021: un ragazzo su 5 è sempre “connesso” e crescono hate speech e cyberbullismo

 Safer Internet Day 2021: un ragazzo su 5 è sempre “connesso” e crescono hate speech e cyberbullismo

Sei adolescenti su 10 passano più di 5 ore al giorno su internet (solo 12 mesi fa erano 3 su 10), mentre un ragazzo su 5 si dichiara “sempre connesso” e il 59% pensa che “hate speech” (linguaggio d’odio) e cyberbullismo siano aumentati. Sono i numeri, in sintesi, della ricerca realizzata per “Generazioni Connesse” da Skuola.net, Università degli Studi di Firenze e Università degli Studi di Roma “Sapienza”, in occasione del Safer Internet Day 2021, la Giornata mondiale dedicata all’uso corretto di Internet. Numeri influenzati anche dall’emergenza sanitaria in atto? Sicuramente, perché la pandemia da Covid-19 ha modificato abitudini e comportamenti e influenzato il nostro modo di approcciare alla “rete”.

Ma dalla ricerca non emergono solo aspetti negativi: in questi mesi, infatti, è cresciuto anche l’impegno sociale di studentesse e studenti verso temi rilevanti come il “climate change” e il “global warming” o la causa a sostegno del movimento “Black Lives Matters” con il 53% degli intervistati che ammette di aver usato i social per sostenere queste cause. 

L’educazione digitale è l’unico efficace strumento a disposizione di studenti, insegnanti e genitori per prevenire e/o affrontare le situazioni più complesse”, spiegano dal Ministero dell’Istruzione che ha programmato, per il Safer Internet Day 2021 (il 9 febbraio), laboratori online, dirette con esperti e la presentazione delle nuove Linee di orientamento per la prevenzione dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo. In rete le iniziative messe in campo dal Ministero saranno accompagnate dagli hashtag #SID2021 e #SICItalia e coordinate da “Generazioni connesse”, dal Safer Internet Centre in Italia e dal Centro italiano per la sicurezza in Rete. 

Safer Internet Day 2021

 UNA COMUNITA’ SCOLASTICA “RESILIENTE”

Rispetto alle precedenti edizioni – sottolineano dal Ministero dell’Istruzione – la Giornata mondiale della sicurezza in Rete di quest’anno assume una valenza ancor più significativa: l’emergenza sanitaria ha inciso sulle abitudini degli adolescenti italiani e, in particolare, sull’approccio al mondo virtuale e al digitale. La comunità scolastica italiana – aggiungono – ha offerto risposte tempestive ed efficaci, riorganizzando le attività formative con soluzioni innovative anche attraverso forme di Didattica Digitale Integrata (DDI), mettendo al centro di una nuova ‘alleanza’ la sinergia con famiglie, imprese e istituzioni e dando corpo, con i fatti, allo slogan “Together for a better internet”, che ormai da anni accompagna la manifestazione in tutto il mondo per evidenziare come l’impegno di tutti sia la condizione imprescindibile per rendere Internet uno strumento utile e sicuro”.

GLI PPUNTAMENTI DI #SID2021
Le iniziative del “Safer Internet Day 2021” hanno preso il via già domenica 7 febbraio con la celebrazione della quinta Giornata Nazionale contro il Bullismo e il Cyberbullismo. Sui social di “Generazioni Connesse” sono stati gli studenti e le studentesse a intervenire per dire la loro sul tema. La Direzione generale per i fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale del Ministero, ha promosso l’organizzazione di iniziative locali e territoriali da parte delle scuole che si svolgeranno durante tutta la settimana del #SID2021. Le attività rientrano nell’ambito del Piano nazionale per la scuola digitale (PNSD) e sono organizzate con il supporto degli animatori digitali, dei componenti del team per l’innovazione digitale, delle équipe formative territoriali e dei referenti del PNSD degli Uffici scolastici regionali. Lunedì 8 febbraio, dalle ore 15.00 alle ore 18.00, alla vigilia della Giornata mondiale del SID, si svolgerà il “Media education workshop”, un laboratorio di formazione e di scambio di pratiche per docenti sull’educazione ai media digitali e la progettazione di un curricolo delle competenze digitali nelle scuole. Sono già 5.000 gli insegnanti che hanno aderito. Sarà anche possibile seguire il workshop in diretta streaming a questo indirizzo: https://vimeo.com/scuolafutura

Con “Safer Internet Stories”, poi, studentesse e studenti, con i loro docenti, potranno mettersi in gioco partecipando ad un’esperienza di lettura e scrittura aumentate digitalmente. L’iniziativa sarà presentata il 9 febbraio all’interno di una puntata speciale, dedicata al Safer Internet Day, della trasmissione “La banda dei fuoriclasse”, in diretta su RaiGulp e RaiPlay, a partire dalle 15.00, nel corso della quale verranno lanciati gli hashtag #PoesieSID e #StemSID, in collegamento con alcune delle scuole partecipanti alle esperienze didattiche attraverso i social. 

L’iniziativa proseguirà fino al 9 marzo, proponendo, ogni settimana, temi e tecniche diverse, rilanciati anche sui canali social del progetto del Ministero “Le Scuole”. 

Sul sito del PNSD è possibile iscriversi e reperire tutte le informazioni: www.istruzione.it/scuola_digitale/index.shtml.

Il clou delle attività sarà la mattina del 9 febbraio: quest’anno il Safer Internet Centre Italia ha promosso un’edizione online dell’evento nazionale, che si svolgerà dalle ore 10:00 alle ore 13:00, in diretta sul canale Facebook e YouTube del Ministero e di Generazioni Connesse. Saranno presenti influencer, esperti, animatori digitali e giovani “attivisti” dello Youth Panel e del Movimento Giovani per Save the Children, che mostreranno esempi e azioni virtuose italiane relative all’uso delle nuove tecnologie. Nella seconda parte della mattinata, dalle 11.30 alle 13:00, si svolgeranno tre seminari formativi tematici, rivolti a studenti e docenti, sui temi delle fake news, della disinformazione, del digital storytelling, e sulle opportunità e i rischi della rete. 

(Per partecipare: https://www.generazioniconnesse.it/site/it/2021/02/02/i-seminari-per-la-giornata-della-sicurezza-in-rete/)

LA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE “WE ARE FEARLESS”

Durante la giornata del 9 sarà anche lanciata la nuova campagna di comunicazione “Il mese della sicurezza in rete” del SIC, che avrà come protagonisti le studentesse e gli studenti dello Youth Panel e come oggetto la nuova webserie dal titolo “We are fearless”. Al centro del racconto ci saranno le vite, apparentemente parallele, di tre adolescenti, che si ritroveranno uniti nell’affrontare i pericoli del mondo del Web

I PARTNER DI #SID2021

Insieme a “Generazioni Connesse”, hanno offerto il loro sostegno all’iniziativa anche l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, la Polizia di Stato, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, l’Università di Firenze e l’Università “Sapienza” di Roma, Save the Children Italia, SOS il Telefono Azzurro, la cooperativa E.D.I. Onlus, Skuola.net, l’Agenzia di stampa DIRE e l’Ente Autonomo Giffoni Experience. 

Potrebbe anche interessarti