Svelate le 11 categorie da premiare e assegnato il Premio ANGI Innovation Leader Award all’infermiera 23enne simbolo della lotta al Covid-19. Presentati i dati dell’Osservatorio “Giovani e Innovazione”. Venerdì 4 dicembre la cerimonia di premiazione in diretta streaming

Terza edizione del Premio ANGI
Alessia Bonari e Gabriele Ferrieri

Meritocrazia, ricerca, capacità di analizzare il presente e disegnare il futuro: sono i punti cardinali del Premio ANGI dedicato ai giovani innovatori italiani, che celebrerà la sua terza edizione venerdì 4 dicembre ed è stato presentato oggi, martedì 1° dicembre, presso la sala stampa della Camera dei Deputati, con il presidente ANGI (Associazione Nazionale Giovani Innovatori) Gabriele Ferrieri e con la moderazione di Daniel Della Seta, giornalista, autore e conduttore della trasmissione radiofonica “L’Italia che va…” su Radio Rai. Nel corso della presentazione, ANGI – la prima organizzazione nazionale no profit interamente dedicata al mondo dell’innovazione e punto di riferimento dell’ecosistema innovazione italiano – ha svelato le 11 categorie di progetti innovativi da premiare.

Menzione particolare alla giovane Alessia Bonari, cui è andato un riconoscimento speciale: il Premio ANGI Innovation Leader Award, in collaborazione con le maggiori istituzioni promotrici del premio e in rappresentanza anche di tutte le persone (infermieri, medici e operatori sanitari) che stanno combattendo in prima linea la battaglia contro il Coronavirus. Alessia è l’infermiera 23enne divenuta simbolo della lotta al Covid: i suoi lividi in volto, dovuti ai segni della mascherina nel turno di lavoro del 9 marzo scorso, avevano fatto il giro del web e dei social. Lo scorso settembre, Alessia era stata insignita anche del premio di “Personaggio dell’anno” al Festival del Cinema di Venezia.

Particolarmente soddisfatto il presidente di ANGI, Gabriele Ferrieri: «Questa terza edizione del nostro premio annuale è una straordinaria vetrina nella quale c’è lo spirito e l’impegno della nostra mission che perseguiamo a sostegno dei giovani talenti e dell’innovazione. Tutti i progetti che premieremo il 4 dicembre sono alcuni dei massimi esempi di quell’Italia da supportare, da valorizzare ed è quello che ci impegniamo a fare ogni giorno. L’Innovation Leader Award consegnato oggi ad Alessia Bonari va esattamente in questa direzione, per il contributo anche morale dato nella battaglia che tutti noi stiamo portando avanti in un anno molto particolare, che ha comunque visto l’ANGI crescere molto, raggiungendo importanti risultati circa il suo lavoro al fianco delle istituzioni e del mondo delle imprese».

«Un humus culturale fiorente che ha dato origine ad un’Italia di giovani menti capace di tradurre il presente in futuro e che noi rappresentanti della collettività decliniamo a sua volta in servizi e vivibilità: per riuscire in questa impresa dobbiamo investire nelle nuove generazioni – sottolinea Filomena Maggino, Presidente della Cabina di regia Benessere Italia della Presidenza del Consiglio –. Il premio ANGI rappresenta questa opportunità. Un luogo in cui le generazioni e le istituzioni hanno trovato un’agorà comune fatto da idee, dialogo e visione di un’Italia giovane che guarda al futuro e noi con loro».

Si uniscono al sostegno del Premio ANGI le importanti parole di sostegno dell’On. Federico Mollicone (membro intergruppo parlamentare innovazione) e di e di Fabrizio Greco, Amministratore Delegato di AbbVie, che ha sottolineato l’importanza di investire nell’innovazione e nelle giovani generazioni.

«Il Premio ANGI offre all’interno del panorama dell’innovazione un contributo fondamentale – ha dichiarato Ivan Vigolo, Responsabile della Funzione Technology & Solutions del Gruppo ACEA –, e per ACEA sostenerlo è motivo di grande orgoglio. Il Gruppo ACEA condivide in pieno i valori del premio, favorendo le realtà imprenditoriali giovanili e la ricerca tecnologica, con la convinzione che questi rappresentino alcuni dei motori dello sviluppo del business, così come del futuro del Paese».

«Il supporto allo sviluppo tecnologico del tessuto imprenditoriale italiano è uno dei principali obiettivi di Intesa Sanpaolo Innovation Center, che si pone come key-player dell’ecosistema innovativo nazionale e stimolo della nuova economia – afferma Guido de Vecchi, direttore generale Intesa Sanpaolo Innovation Center –. Per questo sosteniamo le startup innovative e partecipiamo con piacere a questo evento dove i giovani innovatori si incontrano, vengono premiate le idee migliori e si promuove l’innovazione in modo trasversale tra privati, università, aziende e istituzioni».

«Gilead sostiene il Premio dei Giovani Innovatori, un’iniziativa di valore – ha aggiunto Michelangelo Simonelli, direttore degli affari istituzionali di Gilead, azienda statunitense di biofarmaceutica attiva nell’ambito della ricerca –. Il sogno di un’azienda come Gilead è sviluppare modelli innovativi attraverso una rete di cervelli nel mondo che possa dare stimoli e input e produrre prodotti all’avanguardia per trasformare la vita delle persone. Questa iniziativa è un premio alla visione e alla speranza che eccellenze come questa possano sempre più essere segnalati a circuiti internazionali».

«Sono felice e orgogliosa di partecipare al Premio ANGI 2020 in una duplice veste, unendo la possibilità di rappresentare i valori della mia azienda e nello stesso tempo di sostenere gli innovatori – le parole di Francesca Rese, imprenditrice e partner di Errebian S.p.a. La nostra visione del futuro è caratterizzata verso le nuove sfide del digitale».

Durante la conferenza stampa Roberto Baldassari, direttore del Comitato Scientifico di ANGI e direttore generale di Lab2101, ha presentato la prima parte del Rapporto annuale sull’Osservatorio “Giovani e Innovazione” 2020. «Abbiamo voluto intitolare tutta la ricerca 2020 “OpenUp” per rappresentare al meglio i risultati emersi dalla rilevazione di quest’anno: i giovani mostrano infatti come questo periodo di chiusura porterà degli strascichi e delle conseguenze non soltanto legate alla ricerca di un nuovo posto di lavoro (67,9%) ma soprattutto connesse con una sorta di “allenamento alla pandemia”. Il 29,3% dei nostri giovani intervistati, infatti, segnala un aumento della distanza tra lavoratori e aziende, il 20,7% un’assuefazione alla crisi e il 48,8% una “chiusura in se stessi e del contatto sociale”. I 18-34enni con oltre il 90% delle risposte prevedono un’incidenza futura del Covid-19 anche sull’andamento economico dei prossimi mesi».

La cerimonia di premiazione della terza edizione del Premio ANGI si svolgerà in diretta streaming venerdì 4 dicembre con il prezioso contributo di importanti esponenti del mondo delle imprese, dello sport e dello spettacolo, premiati a loro volta per il contributo offerto in rappresentanza dell’Italia nel mondo.

Queste le undici categorie da premiare:

·        Scienza & Salute
·        Costume & Società
·        Cultura & Turismo
·        Mobilità & Smart City
·        Energia & Ambiente
·        Industria & Robotica e AeroSpace
·        Food & Agritech
·        Sport & Benessere
·        Economia & Finanza
·        Formazione & Human Resource
·        Comunicazione & Mass Media

Argomenti #angi #premio