manifesto angi

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

ANGI lancia il suo manifesto per l’energia e lo presenta al Governo

Il green future di energia, ambiente e sostenibilità passa per il tavolo tecnico organizzato da ANGI ed i suoi partner istituzionali.

All’ordine del giorno del tavolo operativo ci sono idee e progetti concreti che hanno trovato massima espressione nelle alte istituzioni dello stato e di alcuni importanti enti privati. L’evento nasce infatti per riportare al centro del dibattito nazionale le tematiche legate all’ambiente, energia e sostenibilità e all’innovazione che orientata in questi settori diventa motore di crescita e sviluppo per il Paese.

ANGI – Associazione Nazionale Giovani Innovatori e punto di riferimento in Italia per l’innovazione, consapevole dell’importanza di tali tematiche, lancia il suo manifesto per l’energia, con 5 punti programmatici che, con l’occasione, sono stati consegnati nelle mani della Ministra per l’innovazione Paola Pisano e alla Presidente della Cabina di Regia Benessere Italia Presidenza del Consiglio Filomena Maggino.

L’Associazione propone una stretta collaborazione tra scienza ed ecologia per la decarbonizzazione dei nostri centri urbani; che si stanzino incentivi per aziende e cittadini che aiutano a sviluppare soluzioni innovative in materia di tecnologia circolare e di energia pulita. Fondamentale resta il tema del sicuro ed avanzato trasporto di gas e di GNL, dal momento che i dati riportano un’emissione di circa il 60% in meno di CO2 rispetto al carbone ed il 20% in meno rispetto al petrolio. Nasce pertanto la proposta di incentivare i progetti di innovazione tecnologica ed ecosistemica ed una riqualificazione sostenibile delle comunità locali. Il manifesto include anche il controllo della purezza e della potabilità delle acque sino dalla fonte, che si unisce ad una cooperazione sovranazionale per la salvaguardia e l’uso responsabile della risorsa idrica.

Così la Ministra per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano: Il tema dell’innovazione, legato alla sostenibilità e alla tutela dell’ambiente sia fondamentale per la ripresa del nostro paese. Il periodo di emergenza per la pandemia ci ha insegnato molto e ci ha messo di fronte a sfide alle quali deve essere data una risposta concreta e in tempi rapidi. Il cambiamento non è più un’opzione, l’innovazione tecnologica può e deve essere motore trasversale del cambiamento.

Nel suo intervento Filomena Maggino – Presidente Cabina di Regia Benessere Italia della Presidenza del Consiglio – afferma: L’innovazione, non solo tecnologica, è (ed è stato in passato) un fattore essenziale per il progresso dei Paesi. L’innovazione, più che obbiettivo, rappresenta un prezioso volano per promuovere e raggiungere il benessere dei cittadini che sia equamente distribuito e rispettoso di tutti gli esseri viventi. Si pensi, a tale proposito, al ruolo che ha e potrà avere l’Intelligenza Artificiale nelle nostre vite; tale ruolo produrrà vero benessere se eticamente orientato. In questa ottica, ben vengano iniziative come questa che mirano a consentire, tra l’altro, una corretta riflessione sul tema dell’innovazione tecnologica.

Sulla stessa scia delle istituzioni viaggiano le parole di Gabriele Ferrieri, presidente di ANGI, che ha aperto così i lavori: Crediamo fortemente nell’Innovazione in ogni suo campo, ma riteniamo che questo sia uno dei settori fondamentali dove per il nostro domani, è giusto investire maggiormente. Siamo lieti del plauso di tutti i nostri sostenitori per la mission che ANGI porta avanti come punto di riferimento sul tema innovazione e del grande dialogo e proficua collaborazione portata avanti con tutte le istituzioni italiane ed europee.

Siamo consapevoli – ha dichiarato Ivan Vigolo, Responsabile Technology e Solutions del Gruppo ACEA – che il futuro green si costruisce anche attraverso il lavoro delle multiutility che contribuiranno in modo rilevante al percorso in atto verso la transizione energetica, la decarbonizzazione, la generazione distribuita e l’elettrificazione della domanda. Infatti le soluzioni innovative che saranno implementate nella gestione delle attività nei territori, contribuiranno al raggiungimento di importanti risultati in termini di sostenibilità.

Per dare concretezza e riscontro numerico all’Italia che viviamo, ANGI ha portato all’attenzione uno studio realizzato dal direttore comitato scientifico dell’Associazione Roberto Baldassari sulla realtà economica, aziendale e innovativa del nostro Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *