L’Italia con ENIT sbarca su Ctrip alla conquista del mercato cinese

 L’Italia con ENIT sbarca su Ctrip alla conquista del mercato cinese

L’Italia ha lanciato il suo primo Flagship Store su Ctrip, agenzia di viaggi online leader sul mercato cinese.

Lo scorso 15 ottobre ENIT, l’Agenzia Nazionale del Turismo, ha lanciato ufficialmente il primo Flagship Store italiano sulla piattaforma digitale cinese Ctrip per rappresentare e promuovere l’evoluzione dell’immagine dell’Italia turistica.
Ctrip, assieme a Skyscanner, Qnar, Travix e TrainPadel, fa parte del Gruppo Trip.com, leader mondiale nell’industria dei viaggi e, grazie a questa peculiarità, può contribuire a garantire il posizionamento e l’incremento della visibilità del brand Italia sull’ecosistema digitale cinese.

L’Italia è uno dei primi Paesi del mondo invitati ad avere un proprio profilo ufficiale su Ctrip e il Flagship Store nasce proprio dalla collaborazione di ENIT con Trip.com Group. Il “negozio online”, che i turisti cinesi possono visitare al link https://fs.ctrip.com/italypc, è la vetrina ufficiale per la destinazione Italia, una presentazione integrata dell’immagine turistica del nostro Paese. I futuri viaggiatori asiatici, infatti, hanno a disposizione itinerari di viaggio, punti di interesse, video promozionali, informazioni sulle varie destinazioni, che vengono aggiornati di continuo.

Un aspetto interessante riguarda anche il fatto che, oltre a essere prevista una campagna di marketing digitale, ci sarà la produzione di un live streaming con KOL (Key Opinion Leader) cinesi, una pratica questa di influencer marketing di grande efficacia in Cina.

L’Italia con ENIT
Image by Sasin Tipchai from Pixabay 

L’apertura del Flagship Store italiano su Ctrip si colloca in una strategia di più ampio respiro, elaborata da ENIT, per posizionarsi sul mercato cinese e che include, tra le varie iniziative, anche la produzione di contenuti multimediali progettati ad hoc per questa tipologia di mercato.
Ne è un esempio lo sviluppo di due WeChat Mini Program: uno, B2B, focalizzato sulle imprese e sul sostegno delle opportunità di business per gli operatori del settore (le registrazioni sono già aperte per le imprese italiane su: http://mp.visitaly.com.cn); l’altro, B2C, concepito per poter disporre, all’interno della principale piattaforma digitale cinese, di uno spazio dedicato alla presentazione dei territori italiani, con lo scopo di fornire informazioni utili ai viaggiatori con anche l’introduzione di nuovi itinerari e nuove destinazioni. 

Potrebbe anche interessarti