Facebook spiega i criteri per approvare un profilo verificato

 Facebook spiega i criteri per approvare un profilo verificato

Come si ottiene la spunta blu per un profilo verificato su Facebook e Instagram? Ecco i criteri spiegati da Facebook per ottenerla.

Perché ottenere la spunta blu può essere utile ad un ente pubblico? Sui social sempre più spesso ormai si diffondono fake news a partire da falsi profili. Queste notizie bufala, come vengono chiamate ormai dalla rete, producono una cattiva informazione e un caos generato dalle tantissime condivisioni degli utenti che nella maggior parte dei casi si soffermano al titolo o non approfondiscono la notizia confrontandola con diverse fonti.

Il grande problema dell’espansione delle fake news è che instillano nei cittadini il dubbio su fatti difficilmente verificabili nell’immediato. Questo è ciò che è successo, in particolare, durante i primi mesi di lockdown causato dal virus Covid-19 e ciò che continua tuttora a verificarsi anche oggi.

Ma come può un ente evitare la diffusione di fake news legate al suo tema di riferimento? È il caso del Ministero della Salute che a causa della vasta diffusione di notizie false legate al virus e ai vaccini ha predisposto un’apposita sezione del sito web per informare i cittadini.

Oltre a predisporre specifiche sezioni dei siti di riferimento, è importante però per gli enti dotarsi di una loro ufficialità sui canali social, poiché è proprio qui che viaggiano la maggior parte delle fake news. A tal fine, è importante che ogni ente richieda la propria spunta blu, simbolo dell’ufficialità del profilo, al social dove sta pubblicando, per essere subito riconoscibile agli occhi dei cittadini.

Sulla procedura di acquisizione della spunta blu, è lo stesso Facebook a chiarire quanto sia importante richiederla: “La verifica è un modo per le persone di sapere che gli account ufficiali che stanno seguendo o stanno cercando sono esattamente chi dicono di essere. È un modo per le persone di sapere quali account sono autentici e degni di nota. I badge di verifica non sono un’approvazione da parte nostra, né li consideriamo un simbolo di importanza.

Non essendo sinonimo di importanza, Facebook mostra agli utenti quali sono i criteri di scelta dei profili verificati:

  • L’account deve rappresentare una persona reale, un’azienda registrata o un’entità;
  • L’account deve essere unico della persona o dell’azienda che rappresenta;
  • È possibile verificare un solo account per persona o azienda, con eccezioni per account specifici per lingua;
  • L’account deve essere pubblico e avere una biografia, una foto del profilo e almeno un post;
  • L’account deve rappresentare una persona, un marchio o un’entità ben nota e molto ricercata.

Insomma, l’account deve dimostrare di rappresentare un’entità utile ai suoi utenti. Nel caso degli enti è importante identificarsi per aiutare il cittadino ad orientarsi nel mare di notizie e informazioni che circolano in rete.

Leggi anche questo articolo su Datamagazine.it

Potrebbe anche interessarti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *