Torino capitale della smart mobility con Techstars

 Torino capitale della smart mobility con Techstars

Il 22 aprile si è svolto il Demo Day del Techstars Smart Mobility Accelerator 2021, il primo programma di accelerazione di startup in Europa dedicato alla smart mobility, con quartier generale alle OGR.

Dal 2020 Techstars ha scelto Torino per dare vita al Techstars Smart Mobility Accelerator, un programma di accelerazione d’impresa internazionale realizzato da Techstars in partnership con Fondazione Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center e ospitato presso le Officine Grandi Riparazioni (OGR), che quest’anno ha visto partecipare 12 startup e che è culminato nella presentazione dei risultati a una vasta community.

Obiettivo, portare in Italia l’eccellenza globale in ambito smart mobility. 

La smart mobility rappresenta infatti un settore strategico per il futuro, capace di aprire ulteriori prospettive di innovazione per il Paese e migliorare la qualità della vita con progetti a impatto sociale e ambientale positivo, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030, e in questo senso la scelta della città di Torino, con la sua storia di eccellenza nel settore automobilistico e non solo, non è casuale. 

“La mobilità è profondamente radicata nell’identità industriale della città, e quell’esperienza è rivolta fermamente verso il futuro, con il coinvolgimento di imprenditori dell’intero Piemonte, uniti per far crescere le startup di nuova generazione che stanno trasformando la mobilità. L’ecosistema imprenditoriale di Torino, in rapida evoluzione, sta accelerando e consolidando soluzioni di mobilità e smart city all’avanguardia – e ridefinendo il futuro della città”, ha commentato Martin Olczyk, Managing Director del Techstars Smart Mobility Accelerator. 

Dodici le startup selezionate tra centinaia provenienti da 4 continenti e 54 Paesi nel mondo. Fra queste, 2 realtà milanesi, una romana e una di Napoli.

1. Blink

Italia (Milano)

Un servizio innovativo sostenibile di consegne immediate e personalizzate per e-commerce direct-to-consumer in aree urbane.

2. Cargofive

Portogallo (Lisbona)

Cargofive offre un software di e-pricing e automazione delle vendite per la spedizione di container.

3. Crispify

Israele (Tel Aviv)

Crispify offre sistemi di monitoraggio e gestione della qualità dell’aria in auto, in particolare per sistemi di car sharing e rental.

4. Deliverart

Italia (Roma)

Il software all-in-one per il food delivery a domicilio.

5. Duet

Stati Uniti (San Jose, CA)

Duet offre una soluzione SaaS (Software as a Service) per potenziare gli operatori di flotte nell’era digitale riducendo la complessità in termini di operations.

6. eTEU

Regno Unito (Londra)

eTEU fornisce una soluzione per digitalizzare la documentazione paper-based per l’industria del trasporto merci utilizzando la tecnologia della blockchain.

7. Imperium Drive

Regno Unito (Londra), base a Berlino, Germania

Un sistema di car-hailing istantaneo a supporto degli operatori di car sharing per ottimizzare disponibilità e accessibilità delle flotte mediante l’uso di una tecnologia di “remote driving” che porta le auto direttamente sotto casa.

8. Kedeon 

Lettonia (Riga)

Kedeon consente un monitoraggio trasparente della qualità della logistica ad aziende di qualsiasi dimensione tramite l’implementazione di dispositivi IoT.

9. Latitudo 40

Italia (Napoli)

Latitudo 40, attraverso il rilevamento di dati satellitari e algoritmi di AI/ML, restituisce informazioni utili sul nostro pianeta a partire dalle immagini.

10. Prognostic

Regno Unito (Londra)

Piattaforma di intelligenza artificiale edge-based per la gestione degli asset in tempo reale che unifica persone, processi e macchine.

11. Trailze

Israele (Tel Aviv)

Trailze trasforma la micro-mobilità con la navigazione basata machine learning e l’ottimizzazione della ride experience.

12. Wiseair

Italia (Milano)

Wiseair crea una community per la mappatura dettagliata della qualità dell’aria delle città attraverso la trasformazione del concept di “sensore” in un dispositivo IoT completamente autonomo, un vaso, e la piattaforma digitale IDO.

Torino capitale della smart mobility con Techstars

“L’ecosistema di Torino sta crescendo rapidamente e i founder hanno oggi sempre più accesso a opportunità uniche di test, a talenti e capitali. Siamo orgogliosi di gestire questo programma in collaborazione con Fondazione Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center. Il supporto e il network dei nostri partner è fondamentale per lo sviluppo delle aziende. Ma noi siamo solo parte di questo fiorente ecosistema torinese”, ha spiegato Martin Olczyk, Managing Director del Techstars Smart Mobility Accelerator.

Chiara Appendino, sindaco di Torino, ha commentato: “Nel 2018 abbiamo lanciato il Progetto Torino City Lab, un’iniziativa per posizionare la nostra città come un laboratorio di sperimentazione urbana, grazie a un’innovazione aperta, un approccio partecipativo pubblico e privato. In sostanza, abbiamo voluto che innovatori da tutto il mondo entrassero a far parte della nostra piattaforma e sviluppassero con noi progetti di innovazione. Negli ultimi 24 mesi, abbiamo raggiunto quasi cento partner, lanciato più di 50 sperimentazioni e cinque sfide di innovazione. L’ambito di innovazione più rilevante su cui ci siamo concentrati è infatti la smart mobility. Grazie al background industriale di Torino, la mobilità rappresenta un driver di innovazione fondamentale per quanto riguarda il trasporto intelligente di merci e persone. Abbiamo affrontato la transizione da una città di produzione automobilistica a una città della smart mobility, considerando le sfide della mobilità stradale, aerea e spaziale. Per esempio, Torino è stata la prima città in Italia a pre-autorizzare un circuito urbano di 35 chilometri per testare veicoli connessi e autonomi, chiamato Torino Smart Road.”

“In termini di mobilità nelle aree urbane, la nostra città è diventata un punto di riferimento europeo per la sperimentazione sui droni outdoor e indoor. Gli ultimi 15 mesi hanno rappresentato un momento critico per tutti noi. Grazie alla nostra strategia di innovazione però abbiamo ottenuto grandi risultati, che ci aiuteranno a plasmare il nostro futuro con un occhio alla sostenibilità, all’inclusione e allo sviluppo delle competenze. Torino è stata selezionata come sede dell’Istituto Italiano di Intelligenza Artificiale, premiata come Top City in Italia per il Programma di supporto alle tecnologie emergenti, o per ripristinare un programma di relocation per le aziende high tech per entrare a far parte della nostra comunità ed ecosistema di ricerca e sviluppo. Questi risultati positivi non sarebbero stati raggiunti senza il contributo dei partner chiave del nostro ecosistema. Alcuni di questi partner sono le organizzazioni che hanno svolto un ruolo importante anche nell’abilitare lo sbarco di Techstars a Torino: Intesa Sanpaolo Innovation Center, il nostro più importante laboratorio di innovazione, e la Fondazione Compagnia di San Paolo e la Fondazione CRT. Crediamo davvero che il programma Techstars e tutti i talenti possano continuare a crescere e ad avere un impatto sul nostro territorio. E vorrei davvero che nei prossimi anni fossero in grado di estendere i vantaggi di questo programma”.

Potrebbe anche interessarti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *