Puntare sulla community. La scelta vincente di BeGood

 Puntare sulla community. La scelta vincente di BeGood

L’attuale momento storico ha obbligato le aziende, nel corso dell’ultimo anno, a potenziare alcuni canali di vendita, rivedere strategie di marketing e ripensare la propria comunicazione. Anche e soprattutto puntando su un approccio omnichannel capace di intercettare e rispondere ai bisogni della propria community e dei clienti, come ha dimostrato BeGood, progetto nato da HumanWellness, azienda che unisce le più avanzate ricerche svizzere in campo cosmetotessile con la manifattura e l’esperienza di oltre 40 anni di storia tessile italiana.

In un anno in cui ci siamo ritrovati prigionieri delle nostre stesse case, privati di rapporti con i parenti e gli amici e con nette ricadute sulla nostra socialità quotidiana, era importante ritrovare un contatto con l’esterno” – spiega Francesca Ambrosi, Marketing & Communication Manager BeGood – “abbiamo quindi cercato di rafforzare il legame con la nostra community mettendola ancora più al centro della nostra attività”.

Da qui la scelta di aprire una rubrica lifestyle sull’ecommerce BeGood, sfruttando maggiormente il portale, dove fornire settimanalmente consigli su come affrontare al meglio la quarantena: dai suggerimenti per ritrovare il proprio benessere e bilanciare smart working e attività personali, fino alle proposte di workout con specialisti del settore. Tra questi Jill Cooper, esperta di fitness e wellness tra le più apprezzate e note, già brand ambassador di BeGood, che ha realizzato in questi mesi tantissime pillole di allenamenti specifici per ogni parte del corpo da poter replicare facilmente anche in casa con pochissimi attrezzi. Così come le lezioni online gratuite e aperte a tutti di yoga, stretching & mobility, allenamento funzionale e bootybarre, realizzate insieme all’istruttrice Carol Enrico, disponibili sul canale YouTube del brand e sul sito ufficiale.

In quanto brand cosmetotessile, specializzato nel settore dell’abbigliamento shapewear e performing, crediamo fortemente nell’importanza dello sport e dell’attività fisica quotidiana, fondamentale per il nostro benessere psico-fisico” – prosegue Ambrosi – “con la chiusura delle palestre e le relative restrizioni abbiamo provato ad offrire stimoli e spunti per continuare comunque a muoversi pur stando in casa”. 

Un ruolo cardine nella strategia di BeGood è stato giocato anche dall’uso più mirato delle dem e newsletter, strumenti di comunicazione che si stanno dimostrando fondamentali per il brand, per mantenere un contatto costante e più “intimo” con la propria community. BeGood ha iniziato ad inviare due newsletter alla settimana, raccogliendo i contenuti della rubrica lifestyle, consigli sul benessere fisico e tips per una corretta sessione di allenamento in casa. Un modo quindi per utilizzare uno strumento legato all’e-mail marketing in modo più intimo e spontaneo.

E-commerce una crescita esplosiva e obiettivi per il 2021

Una strategia omnichannel che ha visto, a fine 2020, una crescita delle vendite online del +250% rispetto all’anno precedente. Un risultato positivo e non scontato che ha confermato l’importanza del processo di digitalizzazione che sta investendo sempre più rapidamente tutto il comparto retail.

Siamo riusciti a rafforzare i rapporti con i membri della nostra community e clienti e ad attirarne di nuovi, andando ad intercettare anche fasce d’età diverse e più giovani tra i 18 e i 25 anni” – conclude Ambrosi – “Il dialogo costante, uno storytelling mai troppo autoreferenziale e, più in generale, un approccio mai guidato solo dalle logiche di vendita sono sicuramente gli aspetti che ci hanno premiato in termini di risultati e numeri”. 

Tra gli obiettivi del 2021 c’è il consolidamento dell’e-commerce come canale primario di vendita e la volontà di spingere ulteriormente verso il mercato estero. Ad oggi BeGood con il suo e-commerce è arrivato in Germania, Svizzera, Francia, Paesi Bassi, Uk, Portogallo, Spagna e Cile.  

Potrebbe anche interessarti