Google Maps e Street View migliori con lo User Generated Content

 Google Maps e Street View migliori con lo User Generated Content

Quante volte, usando Google Maps e Street View, vi siete disperati a cercare un luogo o un negozio perché non comparivano le indicazioni sullo schermo del vostro smartphone?

Ebbene, a breve potreste contribuire a risolvere il problema!

È infatti di questi giorni  la notizia che sarà semplicissimo per chiunque raccogliere le immagini di 

Street View e inserirle su Google Maps, il tutto grazie a una nuova funzione della app Street View che permette di registrare una serie di immagini collegate mentre ci si sposta lungo un percorso.

Per far ciò sarà necessario avere un dispositivo Android, compatibile con la tecnologia di realtà aumentata ARCore,  la app Street View aggiornata e il gioco sarà quasi fatto.

Sì quasi perché dovrete attendere ancora un po’ in quanto, al momento, la funzione beta è disponibile solo in Nord America a Toronto, New York e Austin, e in Nigeria, Indonesia, Costa Rica. A breve comunque saranno coinvolte altre aree e così Google potrà utilizzare ulteriori contenuti generati dagli utenti nel caso non disponesse di immagini proprie.

google street view

In realtà si poteva già contribuire con le proprie immagini a Google Street View, ma ciò era fattibile solo se l’utente aveva fatto gli scatti con una fotocamera speciale a 360 gradi oppure con attrezzature estremamente costose. Ora questo non sarà più necessario, basterà unicamente lo smartphone. 

Stafford Marquardt, Product Manager di Google Maps Street View, afferma: «Sebbene i nostri trekker e le nostre auto di Street View abbiano raccolto oltre 170 miliardi di immagini da 10 milioni di miglia in tutto il pianeta, ci sono ancora molte parti del mondo non mappate.» e aggiunge «Quando le persone contribuiscono con foto collegate, queste vengono visualizzate nel livello Street View su Google Maps come linee blu tratteggiate.».

È chiaro che Google applicherà le funzioni di privacy standard di Street View per sfocare eventuali volti e targhe presenti all’interno delle immagini.

Il contributo degli utenti si rivelerà quindi molto utile per: 

  • avere la mappatura di luoghi difficili da raggiungere e che i trekker di Google Street View non sono riusciti a visitare;
  • inserire informazioni di nuove attività commerciali, orari di apertura e così via;
  • offrire mappe migliori fotografando luoghi che non sono ancora su Google Maps o che hanno subito rapidi cambiamenti;

insomma rendere Google Maps più preciso e aggiornato per tutti.

Potrebbe anche interessarti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *