Nuova battaglia fatta di slogan tra Facebook e Apple dopo che la casa della mela morsicata ha rifiutato di pubblicare sul suo store l’ultimo aggiornamento della app di Facebook perché vi era inserita una nota per gli utenti che specificava una trattenuta del 30% per gli acquisti in app sulla vendita di biglietti di eventi online. Così Mark Zuckergberg è andato su tutte le furie e, durante un’intervista, ha definito lo store di Apple come un deterrente per l’innovazione e la concorrenza.

Zuckergberg sembra non gradire la politica di Apple sulle app che possono o non possono venire pubblicate e il tagliente commento è stato fatto come risposta a una domanda che riguardava la recente scomparsa dallo store di Apple di Fortnite versione mobile, il videogioco più giocato al mondo realizzato da Epic Games.

Oltre a definire lo store della mela un deterrente per l’innovazione il Signor Facebook ha asserito che Apple sarebbe un’azienda monopolista e non permetterebbe agli sviluppatori di migliorare con le proprie app la vita delle persone.

Vedremo se la risposta della casa di Cupertino si farà attendere attraverso qualche esternazione del suo CEO Tim Cook o più verosimilmente attraverso gli avvocati che potrebbero citare Zuckerberg per diffamazione. Nei prossimi giorni capiremo l’evoluzione di queste tensioni tra colossi tecnologici dove il profitto sembra essere sempre alla base di tutto.

Argomenti #app store #apple #facebook #fortnite #Zuckergberg