Sembra che le svariate teorie sulla pericolosità del 5G che dilagano su web e social media non abbiano avuto effetto sulle aziende italiane che, soprattutto in questi ultimi mesi, hanno sentito l’esigenza di rinnovare le loro infrastrutture informatiche puntando sempre di più a dare la possibilità ai propri dipendenti di lavorare da remoto.

I dati vengono forniti dal rapporto Digitalizzazione e tecnologia nelle imprese fornito da ISTAT che spiega infatti come le imprese italiane intendano effettuare investimenti nell’innovazione digitale, nel potenziamento della rete e nell’implementazione della tecnologia 5G.

Fonte ISTAT

Il 5G è l’evoluzione della tecnologia di trasmissione dei dati 4G che attualmente tutti i provider di telefonia mobile italiani forniscono ai loro abbonati. Questa evoluzione permette non solo di aumentare la velocità di scambio delle informazioni ma tende ad abbassare la latenza della connessione abbattendo così i tempi di risposta e aprendo una nuova serie di opportunità basate sul cloud computing, con servizi offerti su richiesta da un fornitore a un cliente finale attraverso la rete internet, con potenzialità di calcolo fornite da remoto.

I benefici del 5G si estenderanno anche al mondo dell’IOT, l’Internet delle cose, permettendo alle città di sviluppare nuovi progetti di Smartcity dove il cittadino potrà beneficiare di nuovi servizi, nel campo della mobilità, della sanità, migliorando così la vita quotidiana.

Quindi 5G sinonimo di opportunità a 360° per dare una spinta nella digitalizzazione delle imprese, rendendole competitive in un mercato che corre e si evolve e che non aspetta chi rimani in dietro.

Argomenti #5g #digitale #imprese #innovazione #istat