Sembra che con il major update, che casa Microsft dovrebbe rilasciare entro il mese di maggio 2020, le novità gioveranno soprattutto ai possessori di pc più datati in quanto questa nuova release andrà a modificare principalmente il sistema di indicizzazione dei file e la ricerca integrate nel sistema operativo.

L’aggiornamento andrà a modificare l’indicizzazione dei file in base all’effettivo utilizzo dell’hard disk programmando le attività nei tempi morti, evitando così di rallentare i processi attivi che l’utente sta utilizzando sul suo computer.

Tutto ciò andrà a beneficio degli utenti con computer più datati o non ancora dotati di disco a stato solido (SSD) in cui i tempi di accesso di lettura e scrittura sono notevolmente più lenti inficiando le prestazioni del PC.

Argomenti #microsoft #os #windows #windows10