Città intelligenti: il ruolo della politica e delle imprese

 Città intelligenti: il ruolo della politica e delle imprese

Smart city, innovazione, digitale

Si è svolto online il webinar dal tema “Città intelligenti” che ha visto confrontarsi tra loro il mondo politico, sostenuto dal Sen. Massimo Berutti, dall’On. Mauro Lucentini e dall’On. Massimo Ungaro, ed il mondo economico per il quale Giampaolo Olivetti, Presidente Impresa, Flavia Loggia, della Loggia Industria Vernici Srl, ed Antonio Mangiola, della WayPoint Srl, ne sono stati esponenti. A mediare l’incontro Riccardo Pilat , fondatore della Pilat&Partners ed organizzatore dell’evento.

Ripensare ad un modello di città non intesa come luogo di aggregazione passiva, bensì come soggetto intelligente e consapevole, che sappia essere sintesi tra uomini e servizi al fine di ridefinire il sistema capitalistico in un’ ottica più equa, sia dal punto di vista sociale che economico, è quanto più necessario al fine di garantire il benessere e la sopravvivenza dell’individuo stesso.

I punti cardini che da sempre hanno rappresentato l’essenza della nostra società quali l’urbanizzazione, la tutela della salute e della sicurezza ed il benessere, declinato attraverso i servizi offerti, hanno di fatto bisogno di essere riqualificati verso una maggior sostenibilità ed efficienza che possa condurre il cambiamento verso una nuova concezione di città pensata come città intelligente e digitale.

Città intelligenti: il ruolo della politica

Si rende quindi fondamentale l’unione, la collaborazione ed il dialogo tra mondo politico e mondo economico, espressioni differenti ma unite dall’analogo obiettivo del bene comune dell’intera collettività. La progettazione e la condivisione delle scelte nei tavoli decisionali rende più fruibile e trasparente la conversione ad una città pensata per essere calibrata in base al territorio e funzionale alla sua popolazione.

Vediamo così concretizzarsi delle strategie di pianificazione urbanistica volte all’ottimizzazione ed innovazione dei servizi pubblici capaci di far confluire infrastrutture materiali con il capitale umano, intellettuale e sociale grazie all’ausilio di nuove tecnologie di comunicazione e sicurezza quali ad esempio la Blockchain di cui nominiamo una delle massime esponenti presente al webinar, ovvero la società Affidaty Spa, ed ancora tecnologie che facilitano la mobilità, l’efficienza energetica e rendano l’ambiente più sostenibile con il comune denominatore di rendere migliore la qualità della vita in base alle esigenze di cittadini, imprese ed istituzioni.

Potrebbe anche interessarti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *