Vive nel Nord Ovest italiano e naviga con il proprio smartphone tra siti e applicazioni dedicati agli strumenti e ai servizi web online: ecco l’identikit dell’italiano sul web a settembre, secondo i dati diffusi recentemente da Audiweb.

Quanto viviamo su internet? Quali strumenti utilizziamo? E quali contenuti attraggono di più la nostra attenzione quotidiana? Queste le domande a cui l’analisi ha tentato di rispondere.

Nel mese di settembre la total digital audience (cioè i dati della fruizione di internet) ha raggiunto 42,2 milioni di utenti, online per 59 ore e 23 minuti. In pratica, mediamente, ogni italiano ha trascorso complessivamente 2 giorni e 11 ore sul web. 

Italiani sul web

Da sempre, settembre è il mese dei rientri e della graduale ripresa delle attività lavorative e scolastiche e, infatti, si è registrato un incremento dell’audience online nel giorno medio pari al 2,3% rispetto al mese di agosto, con 32,9 milioni di utenti unici collegati da device per 2 ore e 32 minuti.

Tra i dispositivi usati per accedere a internet nel giorno medio, il computer registra l’incremento più significativo: +30,9% gli utenti online da questo device (10 milioni) e +46,3% il tempo complessivo online. Tra gli altri device rilevati, con 4,3 milioni di utenti unici nel giorno medio anche il tablet registra dati in crescita(+8,1%), mentre l’uso di smartphone è stabile (-0,1%), con 28,3 milioni di utenti.

Dati questi dati che, pur non riguardando un mese in cui l’Italia era in lockdown o viveva particolari restrizioni a causa del Covid-19, rivelano una nazione per lo più “ferma” alla scrivania dell’ufficio o di casa. I dati sull’uso dello smartphone, infatti, oltre a essere legati alle fette più giovani della popolazione, sono sempre stati in crescita negli ultimi anni a testimonianza di una fruizione più dinamica e “on the road”.

A settembre la metà della popolazione dai 2 anni in su, il 55,1% (32,9 milioni), ha navigato almeno una volta nel giorno medio. Se si amplia l’osservazione a tutti gli individui che hanno navigato almeno una volta nel mese, quindi con una frequenza di fruizione minore, il dato si estende al 70,8% della popolazione (42,2 milioni).

Significativo, a questo proposito, che l’età della popolazione indagata dall’analisi: dai 2 anni, ovvero in una fase molto precoce dello sviluppo intellettuale ed emotivo dei bambini, una fase precedente sia alla capacità di lettura che di scrittura.

Lo smartphone resta in ogni caso il principale device per navigare, con il 62,8% degli individui maggiorenni (28,3 milioni) online nel giorno medio, generando il 77,6% del tempo complessivo trascorso su internet.

La conclusione della stagione estiva hanno influito positivamente sui dati mensili di alcune categorie di portali, come ad esempio nel caso dei siti e applicazioni dedicati agli strumenti e ai servizi web online che nel mese registrano un incremento del +1,4% degli utenti online e del 31,4% del tempo complessivo trascorso su questa tipologia di siti, dei portali generalisti con +1,1% di utenti e +13,5% del tempo, di siti e app per la gestione delle email con +2,4% degli utenti e +24,7% del tempo. E ancora, di sotto-categorie legate ai temi del Software Manufacturers con +3% di utenti e +15,2% del tempo, Corporate Information che raggiunge +2% di utenti con +24,1% del tempo, Health, Fitness & Nutrition che registra +4,8% di utenti e +50,7% tempo e Food & Cooking che registra +2,5% di utenti e +27,4% del tempo.

E infine, quali regioni italiane sono le più connesse? L’incremento dell’audience e la sua copertura riguardano in prima battuta il Nord Ovest con un +3% di crescita e con il 57,9% di copertura della popolazione di quest’area. A seguire, il +2,8% nell’area Centro (il 55,1% della popolazione), il +2% nel Nord Est (il 54,7% della popolazione) e il +1,8% nel Sud e Isole (il 53,4%).

Argomenti #internet #italia