Dopo i test in Brasile, dove la popolarità di Tik Tok non è ancora elevata, Facebook è pronto a lanciare in 50 paesi, compresa l’Italia, i brevi video simili a quelli che hanno decretato il grande successo di Tik Tok.

Dopo aver esteso i test a Francia e Germania lo scorso novembre, di recente Facebook ha incluso anche l’India, a seguito della decisione di New Delhi di vietare Tik Tok e altre 58 applicazioni d’origine cinese. Il social network sfrutta così la diffusa sfiducia dei governi come India e Australia e di società per la sicurezza dei dati nei confronti di Tik Tok per sbarcare su Instagram con Reels.

La nuova funzione permetterà all’utente di girare dei mini filmati con audio, aggiungere filtri, modificare la velocità ed impostare un timer, proprio come avviene nella nota piattaforma cinese.

L’obiettivo è chiaro: oltre alla concorrenza nei confronti di un colosso come Tik Tok che sempre più si fa strada anche tra le aziende, l’avvento di Reels permetterà agli utenti, che hanno già un numero elevato di follower su Instagram, di continuare ad offrire contenuti attrattivi e divertenti al loro pubblico senza doversi spostare su un’ altra applicazione ed iniziare da capo.

di Elisa Laezza

Argomenti #reels #socialmedia #socialnetwork