Tra la fine di Aprile e l’inizio di Maggio si è svolta interamente online una vera e propria maratona di progetti ed idee innovative, creata da The Data Appeal Company in collaborazione con Onde Alte (https://www.ondealte.com/news/nasce-onde-alterilanciare), per rilanciare il settore del turismo caduto in profonda crisi a seguito del lockdown. La maratona intitolata “Hack for Travel industry” ha avuto come main supporter Mibact, Enit e Alpitour World ed ha coinvolto innovatori, startupper, developer, operatori del mondo del turismo e della cultura, designers, ricercatori, creativi e non solo.

Abbiamo deciso  di riassumere per voi  le idee principali dei progetti vincitori qui di seguito :

1) Progetto WORK YOUR WAY

 Work Your Way è una piattaforma che offre la possibilità ai lavoratori di acquistare pacchetti viaggio disegnati sulle loro preferenze, permettendo di trascorrere lunghi periodi di remote working (da 1 a 12 mesi) in località turistiche italiane . Le mete proposte sono compatibili con tutte le esigenze per un lavoratore da remoto che potrà continuare efficacemente la propria attività lavorativa, senza consumare i propri giorni di ferie, ma gustandosi il piacere di un viaggio in ottica slow tourism, ricco di esperienze selezionate su misura che potrà fruire nel tempo libero dal lavoro. Le aziende avranno la possibilità di offrire questi pacchetti all’interno dei loro programmi di welfare aziendale. Le aziende più virtuose potranno co-finanziare questi pacchetti, con la possibilità di selezionare particolari esperienze formative che possono includere anche eventi di team building, networking, sessioni di yoga, mindfulness, etc. La soluzione proposta incentiva quindi  il soggiorno in periodi tradizionalmente  considerati di bassa stagione ed inoltre promuove le destinazioni minori che rappresentano una cornice ideale per lavorare e rilassarsi  al contempo, il tutto rigorosamente in linea con le misure restrittive dovute al COVID -19.

2) PROGETTO PASSPARTOUT

PassapARTout è un’esperienza “gamificata”, fruibile tramite app, con la quale il bambino può scoprire i luoghi e le istituzioni culturali intorno a sé. La visita permetterà al bambino accompagnato dai genitori di stare all’aria aperta, muoversi e imparare divertendosi. Ogni volta che raggiungerà un luogo il bambino potrà collezionare un timbro digitale. Più luoghi visiterà, più timbri collezionerà, con la possibilità di vincere alcuni biglietti scontati dei luoghi visitati e il divertimento di sfidare i propri amici in questa “gara”. Nei luoghi visitati e negli uffici turistici della città è possibile anche acquistare il “passaporto cartaceo del piccolo esploratore” che il bambino potrà riempire con i timbri dei luoghi, annotazioni, disegni e poi portare a casa come ricordo dell’esperienza.

3) PROGETTO ANCILLARY BNB

AncillaryBNB nella prima fase si propone di vendere  in modo semplice e veloce l’esperienza del breakfast, facendo incontrare chi la offre con chi la sogna.  In questo modo l’ obiettivo è riprendere il mercato  in declino delle locazioni brevi  e portare all’ interno di hotel, bakery, bar etc. nuovi clienti facendo così interscambiare queste due realtà.  Così facendo anche i locals potranno vivere l’esperienza breakfast (anche all’interno degli hotel). AncillaryBNB darà anche la possibilità, inizialmente solo agli hotel, di caricare sulla piattaforma e vendere i cosiddetti servizi “ancillari” (da qui il nome AncillaryBNB) quali smart-working room, postazioni day use di co-working, bike rental, connessione veloce Wi-Fi, room-only lastminute.

4) PROGETTO HAPPY AND SAFE

La proposta di HappyandSafe consisterà nel rilasciare un’applicazione decentralizzata (Dapp) sfruttando le più moderne tecnologie per rilevare la corretta sanificazione e igienizzazione degli ambienti. Il tutto si basa su un protocollo strutturato all’interno di uno smart contract che non sarà statico ma si adeguerà ai cambi e alle evoluzioni delle direttive e delle necessità del settore. La verifica avverrà a livello locale e l’utente dovrà eseguire un test strutturato in vari punti, sotto forma di check-list che sulla base dei risultati permetterà di ottenere un punteggio. Il completamento del test, laddove avrà un esito positivo, permetterà allo smart-contract di rilasciare un attestato di avvenuta sanificazione che metterà in “buona luce” le proprietà e i luoghi ricettivi, invitando i guest a intraprendere con fiducia il viaggio, la vacanza, la nuova residenza o anche solo consumare i propri pasti presso un ristorante. A livello locale l’utente userà un device che permetterà di effettuare i test e la tecnologia della Blockchain, ovvero dei ledger-registri distribuiti, permetterà all’utente finale di ottenere un’attestazione di avvenuta sanificazione in maniera del tutto indipendente rispetto al soggetto che la eroga e solo previo completamento della check-list. La proposta ha quindi l’obiettivo finale di aiutare il settore della “micro- ospitalità” a garantire in modo congruente l’applicazione della sanificazione.

5) PROGETTO MOVAN

L’idea è quella di creare un’esperienza di avventura alla riscoperta di destinazioni nascoste del nostro paese, seguendo una logica sostenibile, spostandosi grazie a van attrezzati (per il touring) al posto di mezzi di trasporto convenzionali , organizzando il viaggio e prenotando i furgoni camperizzati tramite app e sito web. I furgoni verranno acquistati dalla azienda tedesca eClassic, che ha deciso di prendere pezzi di storia dell’automobile, donandogli un anima del tutto Green, attraverso un motore elettrico che va a sostituire quello tradizionale.

Progetti diversi che colgono differenti  lati del settore del turismo da tenere in considerazione per ripartire in maniera  sicura, sostenibile, innovativa tenendo sempre conto delle necessità di ognuno con maggiori servizi e soggiorni personalizzati.

di Elisa Laezza

Argomenti #comunicazione #innovazione #startup #turismo