datamagazine.it

microsoft, datamagazine.it

Microsoft cambia la strategia retail: stop ai negozi, vendite solo online

Microsoft rivede la sua strategia retail e annuncia che chiuderà i suoi negozi fisici, i Microsoft Store. “Le nostre vendite sono cresciute online con il nostro portafoglio prodotti che si è evoluto verso un’offerta digitale”, ha commentato il vicepresidente David Porter. L’azienda ha spiegato che il personale dei negozi fisici servirà i clienti dalle strutture aziendali di Microsoft e da remoto, occupandosi di vendite, formazione e supporto.

Tutti i Microsoft Store erano stati chiusi a fine marzo a causa della diffusione della pandemia di coronavirus e all’introduzione di provvedimenti volti a contenerla. La pandemia ha costretto molti retailer a chiudere le sedi fisiche e fare affidamento sulle attività online e in alcuni casi, come è accaduto a Microsoft, le aziende hanno optato per la chiusura definitiva dei punti vendita.
Durante l’emergenza, il colosso informatico ha infatti realizzato notevoli investimenti nei software per le conferenze e la collaborazione di gruppo, considerando questa tecnologia come un elemento fondamentale del suo futuro.

Così come Microsoft, tanti altri colossi stanno continuando a preferire il digitale per abbattere i costi di mantenimento delle strutture e non solo. Un segnale questo che siamo probabilmente giunti ad una svolta definitiva, destinata a cambiare per sempre la concezione del lavoro originariamente pensato in un unico posto fisico con un lavoro da remoto, pratico, veloce, pensato per consentirci di lavorare ovunque vogliamo.

di Elisa Laezza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *